22 giugno 2018

QUESTA SERA 22 GIUGNO IN PIAZZA SAN SIRO ALLE 21.30

E ORA DOVE ANDIAMO? UN FILM DI Nadine Labaki


In un paese in una zona montuosa del Medioriente la piccolo comunità è divisa tra musulmani e cattolici. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni le donne, tra cui spiccano le figure di Amale, Takla, Yvonne, Afaf e Saydeh sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza. Non tralasciano alcun mezzo in questa loro missione, ivi compreso far piangere sangue a una statua della Madonna o far arrivare in paese delle ballerine da avanspettacolo dell'Europa dell'Est affinché i maschi siano attratti da loro più che dal ricorso alle armi. Si arriva però, nonostante tutto, a un punto di tensione tale in cui ogni tentativo di pacificazione sembra ormai inutile.

20 giugno 2018

20 giugno giornata mondiale del rifugiato

Oggi 20 giugno, alle ore 19,30 alla casa Papa Francesco, salita San Pietro 14, apericena e a seguire presentazione della mostra di disegni "mille e un viaggio" arteterapia con i migranti alla frontiera e del libro Arteterapia con l’autrice Monica di Rocco.

12 giugno 2018

13 ª Festa dei popoli di Sanremo 16-23 giugno. Il primo appuntamento è con Mah Aissata Fofana


Il primo appuntamento è con Mah Aissata Fofana, poetessa e poliedrica scrittrice del Mali. Arrivata in Italia negli anni 80, laureata in traduzione presso la Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, ha scritto numerosi libri per valorizzare e diffondere la cultura del proprio paese e in particolare quella femminile. 

Suo è anche il primo vocabolario Bambara-Italiano (EUT 2008). Il bambara è la lingua parlata in Senegal e Mali. 

Da anni Mah Aissata si occupa di immigrazione femminile.

Tra i suoi libri ricordiamo: La Cucina in Africa, Il Linguaggio dei Capelli in Africa, I Sette Baobab della Felicità e del Successo, Le indagini dell' ispettrice Fofy, Un popolo delle stelle, Un baobab, ll cadavere di un albino, Il cadavere sorridente, Una calebasse piangente, Un balanzan rimpicciolito.

La incontriamo sabato 16 giugno alle ore 18 nel salone parrocchiale di Piazza San Siro 49.

Per capire di più la cultura di cui Aissata Fofana è potatrice vi proponiamo una breve scheda sul suo paese, il Mali.

La Repubblica del Mali è uno dei paesi più grandi dell’Africa occidentale (1.241.142 km²,16.174.580 abitanti; capitale Bamako), più o meno come Regno Unito e Francia messi insieme. Situato nella pianura saheliana é costituito a nord dal deserto e a sud dalla savana.
La parola Sahel in arabo significa “bordo del deserto” (Sahil), una fascia semi desertica che attraversa tutta l’Africa da ovest ad est, coprendo Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger, Ciad, Senegal, Sudan ed Eritrea.
Cittadini del grande Impero africano del Mali (dal XIII al XVII secolo) i maliani sono stati vittime del traffico di schiavi che ha alimentato le economie europee nelle Americhe e per circa un secolo (1864-1960) sono stati sudditi dell'impero coloniale francese.

In Mali si trova la struttura più grande del mondo in mattoni di terra. Si tratta della Grande moschea di Djenné, nel centro del Mali. Come gran parte dell'architettura del Sahel, è costruita con mattoni di fango. Data la scarsità di pietre da costruzione, in Africa Occidentale i grandi edifici venivano costruiti impastando il fango su dei tralicci di legno le cui estremità lasciate all'esterno, servono ancora oggi per effettuare il restauro dopo le grandi piogge. Il centro storico di Djenné è stato designato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1988.


Tuareg al Desert Festival 

Il "Festival au Désert" una delle manifestazioni più popolari della world music (oltre 7mila spettatori nel 2004), è un altro evento che ha reso celebre il Mali e in particolare la città di Timbuctù. Esiliato dal 2012 a causa dell'occupazione e della guerra franco-maliana contro i jihadisti di Al Qaeda nel Maghreb Islamico, lo storico festival è tornato nel febbraio di quest’anno e sfida la guerra dei jihadisti
 
Tratto da http://casa-africa.blogspot.com

9 giugno 2018

E ORA DOVE ANDIAMO? UN FILM DI Nadine Labaki



In un paese in una zona montuosa del Medioriente la piccolo comunità è divisa tra musulmani e cattolici. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni le donne, tra cui spiccano le figure di Amale, Takla, Yvonne, Afaf e Saydeh sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza. Non tralasciano alcun mezzo in questa loro missione, ivi compreso far piangere sangue a una statua della Madonna o far arrivare in paese delle ballerine da avanspettacolo dell'Europa dell'Est affinché i maschi siano attratti da loro più che dal ricorso alle armi. Si arriva però, nonostante tutto, a un punto di tensione tale in cui ogni tentativo di pacificazione sembra ormai inutile.




TRAILER

AFRICA BELLEZZA RICCHEZZA E MIGRAZIONI


La mostra è stata realizzata dagli studenti delle terze medie dell’Istituto Cavour e da quelli del Liceo Artistico Amoretti di Imperia, in collaborazione con gli ospiti della SPES di Ventimiglia. Il progetto, ideato e organizzato dal Coordinamento di Libera Imperia e dal nuovo Presidio Intemelio “Hyso Telharaj”, è stato realizzato col sostegno economico della SPES e del CE.S.P.IM.
La mostra vuole presentare la terra d’origine della gran parte dei migranti che giungono nel nostro territorio come terra di grande bellezza, ricca di risorse e di culture impareggiabili, come la storia ci racconta, trasformatasi negli ultimi due secoli in un immenso territorio delle cui risorse buona parte degli abitanti non può più usufruire, lacerato dalle guerre e impoverito dallo sfruttamento dei paesi del Nord del Mondo. 
Suddivisa in sette pannelli, affronta le seguenti tematiche: Africa, culla dell’umanità, gli antichi regni e le grandi civiltà, la tratta degli schiavi, il colonialismo, le bellezze naturali e le risorse del territorio, le migrazioni, fratellanza e solidarietà.
(da Sanremonews, 2 marzo 2018)

28 maggio 2018

ANTEPRIMA ATTIVITA' 2018





Sabato 23 dalle ore 16 alle 18 in Piazza San Siro per creare insieme un disegno, uno striscione, che rappresenti l'idea della Festa dei Popoli 2018. Pace, diritti umani, tolleranza, dialogo, differenze e identità.
Con la guida di Paolo Lizzadro, animatore e musicista, Monica Di Rocco arteterapeuta e Roberta Bonelli,  per realizzare un'esperienza di unità tra i popoli e le persone che parteciperanno alla Festa. Una iniziativa proposta dall'Associazione Popoli in Arte.

27 maggio 2018

Anteprima ospiti 2018



Sarà presente sabato 16 maggio Mah Aissata Fofana, poliedrica scrittrice e poetessa del Mali, arrivata in Italia negli anni 80.
I suoi libri sono pubblicati da Edizioni Segno:

La Cucina in Africa.
Il Linguaggio dei Capelli in Africa
I Sette Baobab della Felicità e del Successo

Le indagini dell' ispettrice Fofy:
Un popolo delle stelle
Un baobab
Il cadavere di un albino

Il cadavere sorridente
Una calebasse piangente
Un balanzan rinpicciolito


Dicono di lei:
https://www.greenme.it/approfondire/speciali/9003-fofana-mah-aissata

21 maggio 2018

Festa 2018

Popoli, non prendete impegni per sabato 26 maggio!
Alle ore 17 riunione organizzativa per i partecipanti alla edizione 2018 della Festa dei Popoli presso Casa Papa Francesco, salita San Pietro 14, Sanremo!

14 aprile 2018

13 Festa dei Popoli : Sabato 23 Giugno 2018 aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni per la prossima edizione della Festa dei Popoli di Sanremo.
Il regolamento e il modulo da consegnare entro il 30 Maggio sono disponibili sul sito.

Vi aspettiamo!

22 luglio 2017

Mostra Afriche - un successo sorpendente

E' tempo di bilanci. La Festa dei Popoli si è conclusa da un mese, ed anche la 12 edizione andrà ad aggiungersi alle altre nel baule dei ricordi - di quei BEI ricordi che noi, volontari della festa rispolveriamo con frequenza e con grande gioia.
In aggiunta ad un modello di festa ormai rodato, quest'anno  abbiamo voluto offrire una nuova proposta, che e proveniva direttamente dal Palazzo Ducale di Genova: la mostra fotografica AFRICHE di Marco Aime. Cosa ricorderemo di questa mostra?  Intanto vi diciamo che il 30% dei visitatori non era Italiano. Un buon risultato, vero?


Come ha reagito il  variopinto pubblico della Festa dei Popoli?
Lasciamo la risposta ai commenti dei visitatori

"Fantastiche le foto, molto saggi e fantasiosi i proverbi. – Pamela"


"Sono molto soddisfatto di ciò che ho visto qui oggi: mi rimanda indietro ai ricordi della cultura africana. Adesso vivo qui in Italia, ma vedere queste immagini mi porta a riflettere sullo stile di vita africano prima che arrivassero i bianchi."

"Mi è piaciuto il significato che anche se si è ciechi o con altre malattie non ci si deve arrendere mai (8anni) – Charlotte e Sinty"

"Pensavo di sapere tutto… ma dopo questa mostra mi sono accorto di avere ancora tantissimo da imparare… e ho i capelli bianchi! – Sergio"

"Mi è piaciuto tutto ma soprattutto l’amore per tutti e con tutti! Grazie a tutta la collaborazione di questa mostra! (11 anni) – Mariasole"

"Penso che ciò che avete creato sia una cosa magnifica! Siamo tutti uguali e voi siete riusciti a farlo capire a molti! Siete delle persone speciali! – F. G."

"Bellissime foto, sguardi commuoventi! – Elena"

"Complimenti per questa iniziativa molto interessante che porta alla riflessione, foto abbinate ai proverbi. Facciamo in modo di capire la vita e la sua diversità, la spiritualità, la realtà, l’ingiustizia, la cultura dell’Africa. –Rosa"

"Bellissime foto, proverbi molto significativi –A.D.V."

"Interessante, molte volte diamo giudizi sulle altre persone senza conoscere le usanze, le loro realtà."

"Gli sguardi lasciano la bocca senza parole. Grande umanità! – Suzie"


Se vi siete persi la mostra ma siete comunque curiosi di conoscere i proverbi africani che hanno accompagnato le immagini, potete cliccare QUI

Noi parliamo per proverbi chi è intelligente capirà

Siete curiosi di addentrarvi nella saggezza africana che ha accompagnato le meravigliose foto di Marco Aime nella Mostra  “AFRICHE. IMMAGINI E VOCI” che è stata esposta dal 20 al 27 giugno in occasione della  dodicesima Festa dei popoli?
Si ?
ne siamo molto contenti, perchè come dicono gli africani "il bambino che non è mai uscito di casa, crede che solo sua madre sappia fare bene il sugo"

Buona lettura



Noi parliamo con i proverbi, chi è intelligente capirà

1.SAGGEZZA E DESTINO
  • Le parole di un anziano non cadono mai per terra
  • Gli anziani e Dio non sono compagni, ma sono stati molto tempo assieme
  • I capelli grigi dicono: siamo venuti per restare
  • La giovinezza è una pietra a strapiombo sul torrente, la vecchiaia è un albero sull’orlo del burrone
  • È meglio sentire una vecchia tossire, che avere una capanna vuota
  • La saggezza è come il fungo, cresce solo nella stagione avanzata
  • La saggezza è come la sacca di pelle di capra: ogni uomo ha la sua
  • La saggezza non abita in una sola casa
  • Il sapere è un tronco di baobab, una sola persona non può abbracciarlo
  • Molti sono morti per la follia, nessuno per la prudenza
  • Ciò che è migliore e ciò che è peggiore, occupano lo stesso posto e hanno lo stesso peso
  • Per fretta che io possa avere, non posso dire al mio sedere: “Passa davanti a me”
  • Se non puoi avere ciò che ti piace, deve piacerti ciò che hai
  • Non puoi girare il vento, allora gira la vela
  • Dai ragione allo stregone, fino a ché il malato non è guarito
  • Ciò che si dice vicino alla coda del leone morto, non lo si dice quando il leone è vivo
  • Il ricco guarda la sua mandria, la morte guarda lui
  • La bellezza è mezzo dono di Dio, l’intelligenza è un dono intero
  • Quando vedi una barca salpare, ricordati quanto è stato difficile costruirla
  • Un cieco sente più cose di quante tu ne possa vedere
  • La penna di Dio si è asciugata dopo aver scritto il tuo destino
  • Non è oggi che il mondo è stato fatto, non è oggi che finirà
  • Nessuno sa dove va, ma solo da dove viene
  • Conosciamo chi amiamo, non chi ci ama
  • È meglio che ridano di voi, quando vi piangeranno avrete perso la vita
  • Si nasce, si muore, la terra cresce
  • Nessun giorno tramonta uguale a un altro
2. STRADE
  • Un solo sentiero non è il sentiero
  • Qualunque piede prima o poi inciampa
  • Persino l’erba sbarra il passo allo sfortunato
  • Nessun sentiero porta agli alberi senza frutti
  • Chi vive tra le montagne e il cielo, di chi potrà essere schiavo?
  • Non si distingue l’orma di uno schiavo da quella di un uomo libero
  • L’uomo ha due piedi, ma non può seguire due sentieri alla volta
  • Un viaggiatore può raccontare molte cose, ma non spiegare ciò che ha visto
  • L’occhio dello straniero vede solo ciò che già conosce
  • A guardare sempre dalla stessa parte, il collo si irrigidisce
  • Lo straniero ama che gli si dica “benvenuto”…
  • ma preferisce che gli si dica “prendi questo” da mangiare
  • Quando la verità è nascosta, i proverbi aiutano a trovarla
3.POTERE E DIVINITA’
  • Tu dici “re”, ma c’è qualcuno che è sua madre
  • Per quanto grande sia il baobab, ha sempre un piccolo seme come genitore
  • Un buon capo è come la foresta, ognuno può andarci e riceverne qualcosa
  • Dio dà molte cose, ma una volta sola
  • Dio c’è, ma a volte dorme
  • Il granaio del cielo non può mai essere pieno
  • Dio ci ha dato i semi di tutte le piante. Noi dobbiamo piantarli
  • Ciò che hai visto lo conosci, ciò che non hai visto devi crederlo
  • Ciò che non conosci lo trovi dove non sei mai stato
  • Se fai ciò che non si deve, vedrai ciò che non si vede

4.COMUNITA’
  • Il non parlarsi non affratella
  • Spesso il tuo vero fratello non l’ha partorito tua madre
  • Se le dita di una mano litigano, non raccoglieranno nessun cibo
  • Se uno solo parla, tutti capiranno. Se tutti parlano, chi capirà?
  • Due persone fanno progetti, tre li distruggono
  • Quando due elefanti litigano è l’erba che soffre
  • Una persona gentile è un re per lo straniero -
  • Quando punti il dito ad accusare il fratello, ricordati che tre dita indicano te
  • Il cuore è come la sponda del fiume, basta una pioggia per infangarla
  • L’amicizia è una strada che scompare nella sabbia se non la si percorre spesso -
  • L’amicizia è come le alghe……. quando ti avvicini si allontanano, quando te ne vai ritornano
  • Le parole sono come uova, appena schiuse, mettono le ali
  • La bocca è una cicatrice che non guarisce
  • Si cambia la porta di una casa, a maggior ragione la bocca di un uomo
  • Se hai un solo dente in bocca, usalo per sorridere
  • Chiamo l’oro, l’oro è muto, chiamo il panno, il panno è muto, ciò che conta è solo l’uomo
  • La terra che abitiamo non ci è stata donata dai nostri padri, ci è stata prestata dai nostri figli
  • Quando la memoria va a raccogliere rami secchi…… ritorna con il fascio di legna che preferisce
  • La menzogna segue il sentiero, la verità cercala tra l’erba
  • La menzogna può correre un anno, la verità la raggiunge in un giorno

5.FAMIGLIA

  • Dopo Dio c’è il seno
  • I figli sono il vestito del matrimonio
  • Quando un bambino sbaglia, tutti hanno sbagliato
  • Portate i vostri bimbi sulle spalle, che i loro occhi possano guardare lontano
  • Il bambino che non è mai uscito di casa, crede che solo sua madre sappia fare bene il sugo
  • Se un bambino sa qualcosa, l’ha imparato da un anziano

21 giugno 2017

Festa dei Popoli - Diretta STREAMING su SANREMOCITY.IT e su RIVIERA24.IT

La serata conclusiva della 12 edizione della festa andrà in diretta streaming!
Per i vostri familiari all'estero sarà possibile vedere la festa in diretta dal proprio pc

il sito per la diretta streaming sarà questo


http://www.sanremocity.it/12_festa_dei_popoli_-_24_giugno_ore_2100.html


la diretta Straming sarà disponibile anche sul giornale di informazione on line Riviera24 a questo link

https://www.riviera24.it/2017/06/segui-la-12-festa-dei-popoli-in-diretta-streaming-su-riviera24-it-con-le-riprese-di-roberto-pecchinino-258177/


19 giugno 2017

MOSTRA AFRICHE di MARCO AIME PER 12 FESTA DEI POPOLI

La 12 Festa dei Popoli inizia alla grande! 

Nella giornata mondiale del rifugiato verrà inaugurata la mostra Afriche di Marco Aime.

Potrete ammirare le immagini accostate ai proverbi africani presso il Salone parrocchiale di Piazza San Siro, che per l'occasione osserverà i seguenti orari :
Martedi 20 dalle 9:00 alle 19:30 
Mercoledi 21 dalle 9:00 alle 12:30 dalle 14:30 alle 19:30 dalle 21:00 alle 23:00 
Giovedi 22 dalle 9:00 alle 12:30 dalle 14:30 alle 19:30 dalle 21:00 alle 23:00 
Venerdi 23 dalle 9:00 alle 12:30 dalle 14:30 alle 19:30 dalle 21:00 alle 23:00 
Sabato 24 dalle 9:00 alle 24:00 
Lunedi 26 dalle dalle 9:00 alle 12:30 dalle 14:30 alle 19:30
Martedì 27 dalle 9:00 alle 16:00  


I proverbi esprimono quelli che, in modo un po’ denigratorio, chiamiamo “luoghi comuni”, ma che in realtà rappresentano, almeno in linea di massima, dei pensieri condivisi da gran parte della società che li ha creati. Bisogna quindi leggerli come tali, come voci che percorrono le comunità nello spazio e nel tempo, tramandandosi di generazione in generazione, sintetizzando in una battuta quella che dovrebbe essere l’opinione dominante della comunità stessa sull’argomento in questione[…] Marco Aime presenta una lettura visiva dell’Africa e delle sue molteplici anime, mescolando antropologia e fotografia, in un racconto suggestivo e poetico».

 Noi parliamo coi proverbi, chi è intelligente capirà 

 Tratto dal comunicato stampa della esposizione al Palazzo Ducale di Genova

8 giugno 2017

Programma Completo Festa dei Popoli 2017

Festa dei Popoli Sanremo 2017
12 Edizione



Martedì 20 giugno

Casa Papa Francesco - Salita San Pietro 14
Giornata Mondiale del Rifugiato

*ore 19.30 Apericena
*ore 20.30 Incontro con Giulia Foghin, referente per il nord ovest dell'UNCHR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) info


Da Martedì 20 giugno a Martedi 27 giugno

Piazza San Siro
Salone Parrochiale
Afriche. Immagini e Voci: noi parliamo coi proverbi , chi è intelligente capirà
Mostra fotografica a cura di Marco Aime, Docente di Antropologia culturale, Univesità di Genova.
info


Da Mercoledì 21 a Giovedì 22 Giugno   

Piazza San Siro
Salone Parrocchiale
*ore 21.00
Proiezione del documentario "Human" di Yann Arthus-Bertrand con la collaborazione di Pigna Mon Amour info

Venerdì 23 giugno

Piazza San Siro 
Immigrazione: problema o risorsa
*ore 21.00 ne parliamo con 
Giampiero Dalla Zuanna professore di Demografia all'Università di Padova, autore con Stefano Allievi del libro "Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione"
Abdoulaye Mbody, primo avvocato senegalese del Foro di Milano e figlio di Alì, protagonista del libro di Francesca Fialdini "Il sogno di un venditore di accendini"
Paolo Lambruschi, giornalista, redazione di Avvenire info

Sabato 24 giugno

*ore 15.00 -24.00 Gazebo dei Popoli Curiosità e Artigianato dal Mondo
*ore 15.00 -19.00 Truccabimbi a cura di Giovanna Uva info
*ore 15.30-18.00 Giochi per bambini a cura degli Scout Agesci Sanremo 1
*ore 19.00-22.00 Stand Gastronomico - Cucina Magrebina e Rumena info
*ore 21.00-24.00 Concerto dei Popoli  Musiche, Canti, Danze e Poesie dai paesi partecipanti. info




Promossa da Associazione Centro Ascolto Caritas Sanremo, Associazione Casa Africa, Associazioe Mappamondo, Casa di Accoglienza Virgen de Guadalupe
Con il contributo del Cespim, Centro di solidarietà l'Ancora, Sanremo Bio/Coop Terre solidali, Agorà Cafè - Sanremo, Ristorante La Casbah - Sanremo, Ristorante La Mocanel - Andora.

Si ringrazia il Comune di Sanremo per la collaborazione e l'Assessorato al Turismo per il contribto alla organizzazione della festa

7 giugno 2017

12 Festa dei Popoli - HUMAN




Un film di Yann Arthus-Bertrand. Titolo originale HumanDocumentarioRatings: Kids+13, durata 191 min. - Francia 2015. - Academy Two uscita lunedì 29 febbraio 2016



HUMAN si compone di una raccolta di storie e immagini del nostro mondo, che offrono la possibilità di immergersi nel cuore di quello che significa essere umani. Attraverso queste storie, piene di amore e felicità, ma anche di odio e violenza, HUMAN ci pone faccia a faccia con l’Altro, 

La nostra Terra viene mostrata nella sua forma più sublime attraverso immagini aeree mai viste prima, accompagnate da una musica in crescendo; un’ode alla bellezza del mondo che offre un momento per prendere respiro e fare introspezione. 

Il film verrà proiettato Mercoledì 21 e Giovedi 22 dalle ore 21.00 presso il Salone Parrocchiale di Piazza San Siro







6 giugno 2017

Apertura FDP 2017: GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO martedi 20 giugno

Rifugiati?
Noi che viviano in provincia di Frontiera, ne sappiamo qualcosa.

Ventimiglia ne sa qualcosa.

Quindi QUESTA FESTA DEI POPOLI si
APRE con la celebrazione della
GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO.


Noi  siamo quelli che facciamo festa, siamo quelli che delle migrazioni prendiamo il lato ludico, ma ricordiamoci, che questi fenomeni, di ludico spesso non hanno nulla.



Anche noi ci saremo, così:

MARTEDI' 20 GIUGNO

luogo: Casa Papa Francesco, Salita San Pietro 14
ore 19.30 APERICENA 
ore 20.30 INCONTRO CON GIULIA FOGHIN referente NORD OVEST dell'UNHCR (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati)